Le piastrelle sono un elemento importante nella decorazione degli interni e possono influire notevolmente sull’aspetto e sulla funzionalità di un ambiente. La scelta delle dimensioni delle piastrelle è un fattore cruciale da considerare quando si sceglie il pavimento per la propria casa. In questo articolo, esploreremo le diverse dimensioni delle piastrelle dei pavimenti in commercio e forniremo consigli su come sceglierle in base alle dimensioni degli ambienti in cui verranno posate.

Le piastrelle di grande formato sono diventate molto popolari negli ultimi anni. Questo tipo di piastrelle ha dimensioni che vanno da 60×60 cm a 120×120 cm e oltre. Le piastrelle di grande formato sono apprezzate perché conferiscono una certa leggerezza alla stanza con uno stile decisamente contemporaneo. Le fughe più rade rispetto alle piastrelle di piccolo formato, allargano gli spazi e danno l’impressione di volumi più ampi. L’utilizzo di fughe ridotte a 2-3 mm aumenta ulteriormente questa sensazione. Se i colori delle piastrelle di grande formato sono spesso sobrii (grigio, antracite, beige, nero) tuttavia offrono degli interessanti effetti materici grazie all’ampia superficie che permette a struttura e pattern di dispiegarsi al meglio: l’ effetto cemento nel formato 75×75 cm della collezione Ciment per esempio, effetto legno o effetto pietra si adattano ad ogni stile abitativo, all’interno come all’esterno. Dal punto di vista tecnico, le piastrelle XXL, necessita di una posa impeccabile. Il ricorso a un professionista della posa è fortemente raccomandato per manovrare le le piastrelle (spesso molto pesanti) e per la preparazione del supporto (essenziale per la buona riuscita della posa). Dal punto di vista del tipo di materiale, il gres porcellanato è il più adatto per le piastrelle di grande formato, più compatto e solido, non poroso, è inoltre di più semplice manutenzione (per esempio in cucina ).

Le piastrelle di piccolo formato, invece, sono quelle con dimensioni inferiori a 60×60 cm. Questo tipo di piastrelle è adatto per ambienti più piccoli, come bagni e cucine. Le piastrelle di piccolo formato possono essere utilizzate per creare un effetto di mosaico o per creare disegni complessi. Le piastrelle di piccolo formato sono disponibili in una vasta gamma di colori e materiali, tra cui ceramica, marmo e pietra naturale. Le piastrelle di piccolo formato sono anche più facili da tagliare e posare rispetto alle piastrelle di grande formato.

Le piastrelle rettangolari sono un’altra opzione da considerare. Questo tipo di piastrelle è disponibile in una vasta gamma di dimensioni, tra cui 10×60 cm, 15×90 cm e 22,5×90 cm. Le piastrelle rettangolari possono essere utilizzate per creare un effetto di parquet o per creare disegni complessi. Le piastrelle rettangolari sono disponibili in una vasta gamma di colori e materiali, tra cui ceramica, marmo e pietra naturale.

In conclusione, la scelta delle dimensioni delle piastrelle dei pavimenti dipende dalle dimensioni dell’ambiente in cui verranno posate. Le piastrelle di grande formato sono adatte per ambienti più grandi, mentre le piastrelle di piccolo formato sono adatte per ambienti più piccoli. Le piastrelle rettangolari possono essere utilizzate per creare un effetto di parquet o per creare disegni complessi. Inoltre, è importante considerare il tipo di materiale. Il gres porcellanato è il più adatto per le piastrelle di grande formato, mentre le piastrelle di piccolo formato sono disponibili in una vasta gamma di colori e materiali, tra cui ceramica, marmo e pietra naturale. Spero che questo articolo ti sia stato utile per scegliere le piastrelle del tuo prossimo pavimento. Se hai altre domande, o hai bisogno di un preventivo non esitare a chiedere!

Consigli sulla scelta del formato delle piastrelle
5 (100%) 3 votes